La diffusione delle notizie avviene, ormai, in tempo reale; ma quanto sono vere le informazioni che circolano in maniera frenetica sul web ? Chi accerta l’attendibilità delle fonti ? E quanto incidono le informazioni non supportate da basi scientifiche sulla nostra salute ? Sono queste le domande alle quali si è cercato di dare una risposta giovedì 06 Dicembre 2018 presso il Complesso Monumentale San Giovanni di Catanzaro durante l’evento “L’influenza delle Fake-News sulla nostra salute”, coordinato dal Prof. Ludovico Abenavoli dell’Università Magna Graecia (UMG) di Catanzaro e dal Dott. Pietro Cinaglia socio del Leo Club Catanzaro Host. L’organizzazione è stata supportata dai soci sia del Leo Club Catanzaro Host (presidente Dott.ssa Maria Caterina Zito) che dell’associazione Vitambiente (presidente Avv. Pietro Marino). Grazie all’intervento dei relatori, professori universitari e professionisti del settore, è stato affrontato il delicato tema della manipolazione dell’opinione pubblica attraverso la diffusione di notizie false e l’incidenza che queste hanno sulla nostra salute. Diverse le  tematiche multidisciplinari sviluppate nel corso della mattinata: dall’alimentazione allo sport, sino all’attualissimo tema dei vaccini. L’iniziativa, che rientra nel progetto “Informazione, Social e Marketing” del Distretto Leo 108Ya, è stata sin da subito accolta con favore dal Presidente del Leo Club Catanzaro Host, dott.ssa Maria Caterina Zito, anche coordinatrice del progetto distrettuale Te.SN. “Leo4Health” (Tema di Sensibilizzazione Nazionale) che tratta l’importanza delle vaccinazioni.

“Sono molto soddisfatta della riuscita dell’evento, svoltosi nel centro storico della città. Infatti – continua il Presidente del Leo Club Catanzaro Host – la comunità scientifica non deve restare isolata dal dibattito pubblico, ma deve farsi portatrice della diffusione delle conoscenze scientifiche acquisite grazie alla ricerca. È fondamentale lo sviluppo di una coscienza critica e mai passiva, che porti ad un approccio consapevole alle notizie che ogni giorno provengono da più fonti”.

“L’evento ha preso forma durante una chiacchierata con il prof. Ludovico Abenavoli” – ha dichiarato Pietro Cinaglia, coordinatore dell’evento insieme allo stesso Abenavoli – “che ha accolto sin da subito l’idea di sviluppare il tema delle Fake-News presentato dal Distretto Leo 108Ya (Calabria, Basilicata e Campania) per l’a.s. in corso e supportato dal Leo Club Catanzaro Host; centrale anche il contributo offerto dall’associazione Vitambiente. Le Fake-News, spesso sottovalutate, hanno come primario obiettivo la disinformazione e la manipolazione dell’opinione pubblica per temi sensibili al contesto socio-economico-culturale. E’ importante indagare sempre l’autorevolezza delle fonti da cui si trae conoscenza privilegiando quelle supportate da un oggettivo riscontro scientifico”.

L’iniziativa ha ottenuto i seguenti patrocini: Comune di Catanzaro, Fondazione Università Magna Graecia (UMG), Ordine dei Medici di Catanzaro, Ordine dei Farmacisti di Catanzaro, Federfarma Calabria, Associazione Italiana Celiachia (AIC); nonché il supporto da parte di AltaFormazione UMG e Scuola Dottorati UMG.

Martina Cupello
Addetto Stampa Leo Club Catanzaro Host
Pietro Cinaglia
Leo Club Catanzaro Host

Il rapporto Fake-News e salute affrontato a Catanzaro dal Leo Club Catanzaro Host e Vitambiente